ESTATE 2018: ARRIVI IN CRESCITA DEL 2% NEI CAMPEGGI ITALIANI

Saranno oltre 10 milioni gli ospiti mentre le presenze sfioreranno i  70 milioni

 

Saranno in crescita di circa il 2% gli arrivi, nei campeggi e nei villaggi turistici, per la stagione 2018: il dato emerge dalle previsioni espresse dalle Associazioni regionali aderenti a FAITA-FederCamping. Si tratta di un risultato positivo che riporterà oltre la soglia dei 10 milioni il totale degli arrivi, soglia già superata nel 2015.

Saranno, pertanto, circa 10,3 milioni gli arrivi (nel 2017 erano stati 9,9 milioni) nei 2650 campeggi e villaggi turistici italiani, per un totale di circa 69,7 milioni di presenze (68 milioni nel 2017). Il risultato è particolarmente significativo perché confermato dal netto miglioramento dell’andamento del mercato turistico nazionale nel suo complesso, che registra, un aumento dell’incoming dall’estero ed una ripresa meno marcata del mercato interno (1,4%). La prognosi, ad opera del CISET (Centro Internazionale per gli Studi sull’Economia Turistica) che ha analizzato l’andamento del mercato turistico nazionale in questi anni, conferma le elaborazioni di FAITA-FederCamping.

Il fatturato complessivo del settore open air supererà i quattro miliardi di euro, dato anch’esso in aumento rispetto all’anno precedente. Circa la modalità si conferma la tendenza, consolidata in questi anni, con una prevalenza di soggiorni in boungalows e case mobili (il 50% delle presenze totali), insieme alla lieve crescita di ospiti con camper e roulottes (il 35% delle presenze), mentre resta in diminuzione la quota di ospiti in tende e dei così detti “stanziali” (15% delle presenze). La comparsa di nuove tipologie di case mobili e la diffusione di internet come strumento per la prenotazione hanno contribuito a favorire in particolare l’aumento delle presenze dei turisti stranieri: si registrerà un sensibile incremento degli arrivi dai Paesi nordeuropei (Danimarca, Austria ed Olanda su tutti), seguiti dalle provenienze dai Paesi dell’Europa dell’Est, in costante crescita.

Questo il quadro previsionale per alcune delle regioni, in parentesi sono indicate le rispettive incidenze sulle presenze nazionali:

al nord: Veneto (26,1) +3%, in aumento gli ospiti esteri soprattutto tedeschi e danesi;  Emilia (7,7) in crescita +2% ;  Piemonte stazionaria (3,6); Lombardia (5,5) + 3%; Liguria (4,5) stazionaria.

al centro: Toscana (14) +2%,  incrementi  nel settore balneare e montano; Lazio (3,8) situazione stazionaria con tendenza al decremento; Umbria (1)  in forte decremento; Marche (5)  situazione stazionaria con tendenza alla  crescita; Abruzzo (3) in crescita arrivi e presenze; Molise (0,3) in crescita.

al sud ed isole: Campania (6) in calo arrivi e presenze; Sardegna (4) in crescita  del 2%; Puglia (2) in calo; Sicilia (1,3) in lieve diminuzione. In crescita la Basilicata (1) e Calabria (2).

Il rilancio del settore turistico all’aria aperta potrebbe essere consolidato e moltiplicato dalla nuova domanda di natura e di vacanza esperienziale, in costante crescita tra gli ospiti dei campeggi e villaggi turistici, sostenuta da prodotti e soluzioni per l’ospitalità sempre più confortevoli e diffusi. In questo senso FAITA-FederCamping promuove e rilancia le istanze delle aziende volte ad adeguare e migliorare l’offerta.

 

 

per ulteriori informazioni

Nicolcarlo Genovese

Ufficio Stampa e Relazioni esterne

348 3313961 sidea@tin.it